Signor Prestito: scopriamo cos’è e come funziona

Probabilmente non tutti hanno sentito nominare Signor Prestito, eppure si tratta di una delle compagnie finanziarie più importanti. Nello specifico, ci sono ben 26 filiali su tutto il territorio, che contano oltre 150 impiegati, tutti professionisti del settore. Proprio per questi motivi, è utile sottolineare che si tratta di una solida realtà in un campo così importante come quello dei finanziamenti.

Si tratta, nello specifico, di una compagnia finanziaria che dà la possibilità di accedere forme speciali di finanziamento, nonché alla cessione del quinto. In questo modo, quindi, si è conquistata un posto d’onore per quel che concerne i prestiti per dipendenti e i prestiti per pensionati.

Le offerte Signor Prestito: chi può chiedere il finanziamento?

La prima domanda che ci si pone in questi casi è chi può chiedere i finanziamenti di Signor Prestito. Come detto, si tratta di finanziamenti che si basano sulla cessione del quinto e, pertanto, questi possono essere richiesti da tutti i pensionati INPS e INPAD, da tutti i lavoratori del settore pubblico o privato e, in più, si deve sottolineare che Signor Prestito accetta anche tutti coloro che in passato hanno avuto dei problemi nel pagamento di mutui o finanziamenti.

Pertanto, per molti cattivi pagatori o anche per i protestati, questa risulta essere una soluzione per poter accedere nuovamente a delle forme di finanziamento che, altrimenti, sarebbero interdette.

Alla luce di quanto detto, si deve anche sottolineare che per richiedere il finanziamento basta andare sul sito web di Signor Prestito, compilare il form che viene proposto e che serve per conoscere a fondo il cliente e le sue esigenze, e scegliere tra le diverse soluzioni proposte.

Fatto questo, poi, sarà necessario andare a scegliere quella che è la categoria lavorativa alla quale si appartiene e, naturalmente, si devono inserire i propri dati anagrafici. In questo modo, quindi, si andrà a ottenere un preventivo personalizzato in base a quelle che sono le proprie esigenze.

Una delle peculiarità di Signor Prestito, infatti, è quella di porre l’attenzione sul proprio cliente, in modo tale da offrire solo soluzioni ad esso congeniali.

Inoltre, si deve sottolineare che, a seguito del preventivo, si può anche richiedere un approfondimento telefonico sulla propria situazione, per permettere a un funzionario dell’istituto di credito di offrire al cliente le speciali offerte riservate.

Come avviare l’iter per ottenere il finanziamento

Va da sé che, dopo aver richiesto il preventivo, per avviare l’iter per ottenere il finanziamento si deve fare dell’altro.

Deve, infatti, essere mandata tutta la documentazione necessaria per comprovare tutti i dati che sono stati precedentemente inviati. Inoltre, devono essere inviati i seguenti documenti: copia della carta di identità, del codice fiscale, copia dell’ultima busta paga e dell’ultima bolletta di qualsiasi utenza. Inoltre, si deve anche inviare il CUD.

L’istituto finanziario, dopo aver vagliato il caso e visti i documenti, può decidere di erogare il prestito, che arriverà direttamente sul proprio conto corrente.

Il tutto avviene in tempi molto veloci e questo è un altro punto a favore di Signor Prestito, che permette di avere la liquidità in pochissimo tempo.

La cessione del quinto proposta da Signor Prestito

Come detto in precedenza, quello che caratterizza Signor Prestito è la presenza di molteplici offerte basate sulla cessione del quinto. Nello specifico, Signor Prestito offre delle condizioni molto particolari soprattutto per i pensionati, alla luce di alcune convenzioni stipulate con l’INPS e con l’INPDAP che risultano essere estremamente vantaggiose.

Nello specifico, il prestito prevede un programma di rimborsa che deve essere dilazionato in un periodo che va da un minimo di 24 ad un massimo di 120 mesi. Inoltre, ricordiamo che in questo caso è prevista la trattenuta che viene effettuata direttamente dall’ente previdenziale.

Lo stesso discorso di convenienza vale anche per tutti i dipendenti pubblici, solo che in questo caso la trattenuta si ha sullo stipendio mensile. Tuttavia, agevolazioni e facilitazioni, servizi dedicati ecc, non mancano anche in questo caso. Il piano di rimborso, inoltre, può avere una durata che va da un minimo di 2 anni a un massimo di 20 anni. E’ possibile, inoltre, scegliere a monte l’ammontare della rata e la frequenza della stessa.

Signor Prestito opinioni

Si tratta di un ottimo istituto finanziario e a dirlo sono soprattutto coloro i quali hanno provato le varie offerte.

In particolare, i pensionati che hanno avuto a che fare con Signor Prestito hanno parlato di tariffe e condizioni agevolate, che raramente sono state riscontrate presso altri istituti finanziari. Chi ha provato questo ente, inoltre, ne sottolinea l’affidabilità e la celerità.

Un istituto sicuro, al quale affidarsi per avere una liquidità in più necessaria per affrontare talune spese.

Lascia un commento